boop

MODA/ A Torino un evento di “temporary shopping” dedicato allo slow fashion made in Italy

10 novembre 2010


Torino, 10 novembre (BOOP.NEWS) = In una piccola corte di origine seicentesca a Torino, The Kitchen of Fashion presenta "Côté Fashion in un cortile", un evento di “temporary shopping” dedicato allo slow fashion made in Italy e ai marchi di vera ricerca, dal 21 novembre al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 15 alle 19.30.


Presidi di fashion italiano. Esempi concreti e virtuosi di un nuovo modo di creare e produrre moda. Una moda come modus vivendi all’insegna della femminilità, dello stile non convenzionale, della grande italianità e della tradizione intesa come heritage imprescindibile, elemento di distinzione e di valore. Dal 21 novembre al 23 dicembre, nella nuova sede di The Kitchen of Fashion Mood & Cool Hunting in corso Galileo Ferraris 55 a Torino, si svolgerà un evento temporary shopping dedicato allo slow fashion made in Italy, giunto alla sua quarta edizione. L’obiettivo della padrona di casa Antonella Bentivoglio d’Afflitto, napoletana d’origine e torinese d’adozione, è quello di presentare e far conoscere le creazioni di 25 stilisti, che verranno proposte in maniera originale e creativa nello spazio-studio très charmant di corso Galileo Ferraris. La selezione dei marchi di ricerca presente è il risultato dell’approfondita attività di ricerca tendenze e analisi dei consumi svolta da Antonella Bentivoglio d’Afflitto, creative fashion director torinese, marketing manager e trend hunter, durante l’anno 2010. Un lavoro prezioso e attento, quello portato avanti dall’osservatorio di tendenze The Kitchen of Fashion, che darà la possibilità al pubblico di vedere, conoscere e infine anche di acquistare le creazioni di fashion stylist che lavorano con filiera corta, a chilometro zero, distinguendosi così all’interno del panorama fashion market nazionale.

“Il concept di questa edizione - racconta Antonella Bentivoglio d’Afflitto - rimanda alle tendenze 2010 alle quali ho lavorato come trend setter per il laboratorio creato con The Kitchen of Fashion: l’eleganza dell’essenzialità, la tradizione e la ricerca della memoria nei tessuti e nelle stampe, l’italianità, la sartorialità. Direi che il momento attuale vede il prevalere di quei valori di tradizione e di concretezza che sono alla base di una sana conduzione di vita, il recupero di luoghi e di memorie che sono ispirazioni e radici per una nuova partenza”.

Nello spazio-studio di corso Galileo Ferraris 55 saranno in vendita alla clientela privata, per un mese intero, abiti e accessori - colli, sciarpe, piccoli gioielli, borse, mantelle, scarpe, bijoux - accompagnati da deliziosi cadeaux per il Natale, a comporre il look di una donna femminile, eclettica e dalla spiccata personalità. Oggetti dall’anima creativa, assolutamente originali, capaci di raccontare storie autentiche in cui si mescolano sensazioni ed emozioni legate alla manualità delle stiliste, al saper fare e al saper creare.

Lo spazio sarà aperto tutti i giorni dalle 15 alle 19.30 e su richiesta anche in altri orari. Sarà possibile anche prenotare (per un minimo di sei persone massimo di dieci) un’apertura straordinaria, in esclusiva, per una sera di tisane, chiacchiere e shopping con le amiche, dalle 20 alle 24. Un calendario di piccoli incontri a invito, presentazioni di libri e serate a tema animerà questo evento di “temporary shopping”. In programma l’incontro con Rosa Aiuto di “roses’s roses” (special guest), che racconterà come nasce una collezione di scarpe, la presentazione delle fragranze naturali per l’ambiente spiegate da Ornella Pastorelli, la storia e la degustazione dell’assenzio, a cura degli esperti dell’Albergian, un approfondimento sul fenomeno del “crudismo” con “Sushi e benessere”, scritto da Sara Roversi e Domenico Tiso.

(Ade-BOOP.NEWS)
riproduzione riservata